Velomobile, l’auto elettrica con i pedali

velomobile

Come si legge su La Repubblica, i velomobili sono dei veicoli ideati da  Charles Mochet dopo la prima guerra mondiale,  pratici, economici,  e a impatto zero sull’ambiente. Tale tipologia di vettura è composta da una carenatura aereodinamica, che ripara dagli agenti atmosferici e aiuta l’efficienza durante il movimento; la posizione di guida è reclinata: si sta seduti con la schiena poggiata.

Non è una vettura che garantisce una grande velocità, ma ha numerosi vantaggi, che la stanno portando a diventare di moda già in molti paesi:

  • Non si hanno problemi di parcheggio, visto che ha delle dimensioni ridotte.
  • Rubarla è più difficile rispetto a una bici (vista la struttura).
  • Ripara dagli agenti atmosferici.
  • È un mezzo sicuro, poggia su tre ruote;
  • Non è necessario un abbigliamento studiato come quello per andare in bici o in moto.
  • Notevole risparmio energetico

Oltre ai vantaggi, è importante sottolineare l’impatto ambientale a livello 0. Attualmente, uno dei modelli più famosi in produzione è L’e-bike Frikar, progettata per affrontare il clima nordico. Entrare e uscire dalla cabina è semplice, la posizione del sedile può essere sollevata automaticamente ed è disponibile un posto aggiuntivo per un passeggero; è dotata di aria filtrata e riscaldamento; è realizzata con materiali di ultima generazione e speciali “Zone di protezione”, che assorbono l’energia in caso di incidente.

Foto da Pixabay

Leggi il precedente

Pieno di grinta, passione e determinazione. Davide Nardilli, pilota barese, racconta i suoi esordi e gli obiettivi futuri

Leggi il successivo

Sicurezza stradale e nuovi protocolli europei di valutazione dei veicoli: oggi incontro formativo online

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *